SOCIETA' ITALIANA DI SCIENZE APPLICATE ALLE PIANTE OFFICINALI E AI PRODOTTI PER LA SALUTE
Via Francesco Ferrucci, 22 - 20145 - Milano - tel. +39 02 45487428 - email: info@sisteweb.it
Eventi 2015
    
FORMAZIONE  
   
Approfondimenti teorico-pratici per un corretto approccio a Horizon 2020 e l’accesso ai finanziamenti per le Piccole e Medie Imprese
Milano, 24 novembre 2015
 
   
Con la Strategia Europa 2020, l’UE punta ad uscire dalla crisi economica rendendo le industrie ed imprese europee più competitive e promuovendo la creazione di posti di lavoro e la crescita economica, mediante un contesto favorevole alle imprese, in particolare piccole e medie.

Horizon 2020, il nuovo Programma del sistema di finanziamento integrato destinato alle attività di ricerca della Commissione europea, è lo strumento creato dall’Europa per raggiungere tali obiettivi. Il nuova programma di finanziamento europeo, che durerà 8 anni (2014-2020), ha sostituito il precedente “VII Programma Quadro”, all’interno del quale era stato finanziato il progetto PlantLIBRA (PLANT food supplements: Levels of Intake, Benefit and Risk Assessment), che ha visto la partecipazione attiva di SISTE.

Tra i numerosi progetti trasversali compresi nel nuovo programma di finanziamento europeo Horizon 2020, che sarà attivo fino al 31 dicembre 2020, “Innovation in SMEs”, è un programma di lavoro dedicato alle piccole e medie imprese, che ha come obiettivo quello di aiutare le PMI europee con finanziamenti a fondo perduto che coprono il 100% degli investimenti per sviluppare progetti di eccellenza nel campo dell’innovazione e ad elevato impatto economico. Tra le tematiche d’interesse all’interno delle quali le aziende possono presentare le loro idee progettuali, anche salute e benessere, sicurezza alimentare e sostenibilità della filiera agroalimentare.

Ricordiamo che nella definizione di PMI rientrano le seguenti tipologie di imprese:
  • Media - organico inferiore a 250 persone e fatturato non superiore a 50 milioni di euro o totale di bilancio annuale non superiore a 43 milioni di euro.
  • Piccola - organico inferiore a 50 persone e fatturato o totale del bilancio annuale non superiore a 10 milioni di euro.
  • Microimpresa - organico inferiore a 10 persone e fatturato o totale di bilancio annuale non superiore a 2 milioni di euro.
Le imprese italiane sono in Europa quelle che meno usufruiscono delle opportunità fornite dai programmi di finanziamento europeo, forse per scarsa conoscenza o per timore degli oneri burocratici connessi, ma rinunciando ai benefici che ne potrebbero invece derivare.

Con questo corso, SISTE intende mostrare invece alle aziende le numerose potenzialità che Horizon 2020 può offrire loro in termini di crescita e innovazione, mettendo a disposizione tutti gli strumenti necessari per sviluppare un’idea progettuale.

Il corso sarà tenuto dal Dott. Ing. Marcello Traversi, Responsabile Area Europa, internazionalizzazione e trasferimento tecnologico di Eurosportello Confesercenti di Firenze, che dal 2007 è membro della rete Enterprise Europe Network (EEN), creata dalla Commissione europea per sostenere i processi di internazionalizzazione e innovazione tecnologica delle Imprese. Eurosportello organizza eventi e seminari avvalendosi di esperti e operatori del settore su un ampio ventaglio di tematiche: politiche e normative settoriali dell'UE, organizzazione strategica e innovazione, rafforzamento delle competenze progettuali, programmi e bandi.
Il corso è destinato a aziende che abbiano in programma o intendano sviluppare idee progettuali atte a implementare la loro attività, ma che hanno difficoltà a realizzarli dati gli elevati investimenti che tali progetti richiederebbero.
 
   
  
   
Etichettatura e imballaggio a norma del regolamento (CE) n. 1272/2008: ricadute ed applicazione per la filiera agricola e dei prodotti per la salute ed il benessere
 Milano, 4 dicembre 2015
 
   
Il regolamento (CE) n. 1272/2008 (regolamento CLP o CLP) costituisce la nuova legislazione UE in materia di classificazione, etichettatura e imballaggio delle sostanze e delle miscele. Il regolamento, direttamente applicabile a quanti fabbricano, importano, utilizzano o distribuiscono sostanze e miscele chimiche, ha sostituito ed abrogato, dal 1 giugno 2015, le disposizioni della direttiva sulle sostanze pericolose 67/548/CEE (DSD) e della direttiva sui preparati pericolosi 1999/45/CE (DPD).

Il CLP ha introdotto nuove regole in merito alla classificazione, etichettatura e all’imballaggio delle sostanze e delle miscele ai quali sono tenuti ad conformarsi fabbricanti e importatori di sostanze, importatori di miscele, utilizzatori a valle di sostanze e miscele (compresi i formulatori), distributori di sostanze e miscele, compresi i rivenditori al dettaglio che a tal fine devono classificare correttamente, etichettare ed imballare le proprie sostanze e miscele in conformità delle disposizioni stabilite dal sopracitato regolamento prima che queste siano immesse sul mercato dell'Unione europea.

A tale obblighi sono soggetti tutti coloro che operano nel campo delle materie prime, anche di origine agricola ed i produttori di prodotti finiti, nella fase intermedia di lavorazione degli stessi (quali ad esempio cosmetici) o come prodotti finiti nel caso di Biocidi, PMC e prodotti per la casa sottoposti anche ad obbligo di registrazione nell’apposito registro nazionale gestito dall’istituto superiore di Sanità. Si tratta di norme complesse e di problematica gestione da parte della maggior parte degli operatori che si trovano in difficoltà sia nelle fasi di classificazione di sostanze e miscele e di conseguente predisposizione delle schede di sicurezza, laddove necessarie, che di successiva etichettatura e di imballaggio. Il corso intende dare strumenti utili ed indicazioni autorevoli per la corretta interpretazione ed applicazione delle norme in relazione agli specifici settori di interesse.
 
   
Argomenti trattati  
  • Il regolamento CLP: confronto con il sistema precedente e criteri di applicazione
  • Il regolamento CLP: applicazione a particolari tipologie di sostanze d’interesse (materie prime come alcool, polveri minerali e vegetali, glicoli, coloranti ad uso alimentare e cosmetico, conservanti alimentari e cosmetici)
  • Il regolamento CLP: applicazione a particolari tipologie di prodotti d’interesse (bulk e semilavorati di prodotti alimentari e cosmetici o biocidi, dispositivi medici, prodotti casa quali detergenti o profumatori ambiente
  • Il regolamento CLP: disposizioni specifiche relative all’etichettatura di sostanze e prodotti d’interesse ( Oli essenziali, Biocidi, prodotti casa)
  • Applicazione dell’Art. 45 CLP: notifica al database nazionale (Archivio Preparati Pericolosi) e futuri approcci armonizzati europei

Docente

 
Dr.ssa Maristella Rubbiani  
Capo dell’Unità Dangerous Preparations and Mixtures National Centre for Chemicals Istituto Superiore di Sanità, Roma  
   
   
 
   
SISTE a EXPO 2015  
   
ALIMENTAZIONE, SALUTE E BENESSERE  
   
   
- 14 maggio 2015  
Invecchiamento e salute  
Atti del convegno  
   
- 19 giugno 2015  
Salute e bellezza  
Atti del convegno  
   
- 10 luglio 2015  
Allergie ed intolleranze alimentari  
Atti del convegno  
   
- 18 settembre 2015  
Sindromi metaboliche  
Atti del convegno  
   
- 16 ottobre 2015  
Prebiotici, Probiotici e Immunità  
Atti del convegno  
   
Altri eventi  
   
- 21 maggio 2015  
BOTANICALS NEGLI ALIMENTI: REGOLAMENTAZIONE E QUALITÀ  
a cura di ASSOERBE/SISTE  
Atti del convegno  
Programma  
   
- 12 giugno 2015  
Il BIOLOGICO PER UN FUTURO SOSTENIBILE  
a cura di CCPB/SISTE  
Atti del convegno  
Programma  
   
- 13 luglio 2015  
I BOTANICALS PER LA NUTRIZIONE E LA SALUTE: dal protocollo di Nagoya alla cooperazione internazionale  
WORKSHOP SU INTEGRATORI ALIMENTARI CONTENENTI BOTANICALS: dagli aspetti scientifici agli aspetti regolatori  
Atti del convegno  
Programma  
   
- 22 settembre 2015  
LE PIANTE OFFICINALI COME FABBRICHE AD ENERGIA SOLARE DI SOSTANZE UTILI  
a cura di FIPPO/SISTE/ASSOERBE  
   
- 1 ottobre 2015  
LA FILIERA SOSTENIBILE DELLA COSMESI BIOLOGICA  
a cura di SISTE/CCPB  
Atti del convegno  
Programma  
   
 
   
Le piante officinali della Sardegna:
un patrimonio da difendere e valorizzare
Pula (CA) 8 e 9 Ottobre 2015
 
   
L’evento, organizzato da SISTE in collaborazione con l’Agenzia di sviluppo agricolo della Regione Sardegna LAORE, ha ottenuto il patrocinio del Comune di Pula, che ha ospitato l’evento, della Regione autonoma di Sardegna e del Ministero delle attività agricole alimentari e forestali.
L’evento, primo ed unico nel suo genere, è stato un momento di confronto tra istituzioni, comunità scientifica ed operatori economici per individuare le opportunità che la straordinaria risorsa costituita dalla flora sarda può ancora dare in termini di ricerca ed applicazione, nonché economici ed occupazionali a favore dell’intera filiera.
 
   
Programma  
    
LE PIANTE OFFICINALI: STRORIA E TRADIZIONE D'USO
Cinzia Sanna (Dipartimento di Scienze della Vita e dell’Ambiente Università degli Studi di Cagliari)
 
   
GLI OLI ESSENZIALI E LE LORO PROPRIETA'
Carlo Bicchi
(Laboratorio di Biologia Farmaceutica - Dipartimento di Scienza e Tecnologia del Farmaco)
 
   
L’OSSERVATORIO ECONOMICO DELLE PIANTE OFFICINALI
Alberto Manzo
(Direzione Generale per la promozione della qualità agroalimentare e dell’ippica - Ufficio PQAI 2)
 
   
LA REALTA' PRODUTTIVA ED ECONOMICA ITALIANA
Irene Minardi
(Presidente ASSOERBE)
 
   
DALLE PIANTE OFFICINALI AL PRODOTTO FINITO: COSA DICE LA LEGGE
Marinella Trovato
(Presidente SISTE)
   
PIANTE OFFICINALI ENDEMICHE DELLA SARDEGNA: TRA SALVAGUARDIA E POTENZIALITA'
Grazia Maria Scarpa
(Dipartimento di Agraria, Università di Sassari)
 
   
ESTRATTI DA PIANTE SARDE PER SCOPI SALUTISTICI
Carlo Tuberoso
(Università degli Studi di Cagliari, Dipartimento di Scienze della Vita e dell’Ambiente)
 
   
NANOFITOCARE: PRODOTTI PRODOTTI COSMECEUTICI OTTENUTI DA OPIANTE AUTOCTONE SARDE
Maria Manconi
(Università degli Studi di Cagliari, Dipartimento di Scienze della Vita e dell’Ambiente)
 
   
LE PIANTE AROMATICHE DEL BOUQUET MEDITERRANEO: PROSPETTIVE DEL MERCATO INTERNAZIONALEprospettive el mercato internazionale
Andrea Primavera (Presidente FIPPO)
 
   
   


Copyright 2016 SISTE - P.IVA 03445320967 - Tutti i diritti sono riservati